Lontano


 
Lontano dove un aquilone 
insegue invano
il volo di un gabbiano per cadere
e il vento smette di cercare 
la notte dei poeti sei lontano
lontano come il palmo della mano
che smette di sfiorare i tuoi capelli
che legano i ricordi e le paure
e lasciano morire chi e’ lontano
lontano come un’emozione che mi da’
la forza di sentirti qua lontano
lontano come il giorno che non torna
come il silenzio che non parla
lontano come questo mio ti amo
no come un bimbo solo 
no sono ancora in volo
le cose che vivevi ai bordi del mio cielo 
ed io ti amo 
e adesso che ci credi 
al gioco dei segreti c’è il mattino
e forse è l’ultima occasione per gridare
il mio  silenzio e l’alba di un amore
io scelgo d’inventarmi ancora vero
e brucio le mie maschere lontano
lontano come un’emozione che mi da’ la forza di sentirti qua lontano
lontano come il giorno che non torna
come il silenzio che non parla
lontano come questo mio ti amo
no come un bimbo solo 
no sono ancora in volo
le cose che vivevi ai bordi del mio cielo 
ed io ti amo e adesso che ci credi 
al gioco dei segreti c’è il mattino
e adesso che ci credi 
al gioco dei segreti c’è il mattino

Questo sito utilizza cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo ne autorizzi il loro uso.